Header image alt text

Ehi Grillo

Etiopia

 

L’autorità principale per le adozioni in Etiopia è l’Adoption Team nel “Children and Youth Affairs Office (CYAO)” che opera nell’ambito del “Ministry of Women’s Affairs (MOWA)”.Dopo aver preparato i documenti richiesti per una adozione in etiopia, e dopo le relative traduzioni, i documenti devono essere inviati all’ambasciata etiope di Roma per la necessaria autentificazione. L’ambasciata etiope restituisce la documentazione e a questo punto la coppia adottiva (o l’ente preposto all’adozione) deve inviare tutta la documentazione al MOWA, Children and Youth Affairs Office, Adoption Team (CYAO).I contatti del Mowa sono:Ethopian Adoption Authority
Ministry Of Women’s Affairs (MOWA)
Children and Youth Affairs Office, Adoption Team (CYAO)
P.O. Box 1293
Addis Ababa
Ethiopia
Tel: (251)-11416-6362;L’Adoption Team può essere contattato a questo numero:
Tel: (251)- 251-11-554-5676
Fax: (251)-11-416-6362Il Mowa esamina i documenti e crea un dossier sulla coppia adottiva. La sezione reclami e autentificazioni dell’ufficio protocollo al ministero etiope per gli affari esteri a Addis Ababa autentica il dossier e lo restituisce al team adottivo del CYAO per l’approvazione.Dopo l’approvazione del comitato adottivo un bambino viene proposto alla coppia per l’adozione, in accordo alle preferenze della coppia per sesso e età. Il bambino deve avere già un suo dossier presso il Mowa. Nel dossier viene descritto il bimbo, la sua storia, come è diventato adottabile e chi è il tutore legale del bambino. A quel punto in modo del tutto autonomo la coppia decide se è in grado di accogliere quel particolare bambino.A questo punto le autorità etiopi pubblicano sulla stampa locale un avviso alla ricerca di qualcuno che possa reclamare il bimbo, indicando il nome del bimbo e il nome dei futuri genitori adottivi. Nell’avviso viene indicato che chiunque si voglia opporre all’adozione deve apparire di fronte al Mowa a una certa data e a una certa ora.I possibili genitori adottivi hanno la possibilità di accettare o rifiutare l’abbinamento. Se accettano vien firmato un contratto di adozione dal tutore legale del bambino e dai genitori adottivi o per loro dal rappresentante dell’ente. Il contratto di adozione è ritirato dall’ufficio del bollettino ufficiale per essere stampato.Il CYAO apre la procedura alla Corte Federale di Prima Istanza per ottenere la fissazione di una data per l’udienza di adozione. La data viene fissata dopo uno-due mesi, ma può essere spostata ulteriormente in base alle necessità della corte o del CYAO.I genitori adottivi o il loro rappresentante presso l’ente compaiono davanti alla corte. La corte a volte prende la decisione finale molto velocemente, a volte invece le decisioni sono sospese per settimane. La decisione della corte viene espressa in un decreto. Il decreto viene emesso in due originali, uno che torna al Mowa e l’altro va consegnato all’ambasciata italiana al momento dell’applicazione del visto. L’ambasciata restituirà alla coppia il decreto a conclusione della procedura per l’applicazione del visto.

Da ricordare che la Corte Federale chiude tra luglio e ottobre per un periodo variabile tra le 3 e le 12 settimane, questo periodo varia da anno ad anno.

Dopo il completamento della pratica adottiva in Etiopia per portare a casa il bambino adottato bisogna ottenere alcuni documenti essenziali:

* certificato di nascita : avrete bisogno di un nuovo certificato di nascita in cui il vostro nome apparirà come genitori del bambino, vi servirà per la richiesta del passaporto etiope del bambino.
Quando l’adozione è completata il MOWA inoltra la richiesta al corrispondente ufficio locale di Addis Abeba per l’emissione di un nuovo certificato di nascita. La pratica va più velocemente se è consegnata a mano all’ufficio competente.

* Passaporto etiope : il bambino non è ancora cittadino italiano quindi per uscire dall’etiopia ha bisogno di un passaporto etiope. Il MOWA preparerà la richiesta all’Office of Security, Immigration and Refugee Affairs richiedendo un passaporto per il minore con il suo nuovo nome.
La pratica va più velocemente se è consegnata a mano all’ufficio competente.

* Visto d’uscita. L’uffico etiope di immigrazione apporrà il visto d’uscita sul passaporto etiope del bambino. Il costo per questo visto è di circa 8 dollari.

 

AMARICO – ITALIANO

Finalmente un applicazione che vi permette di parlare e farvi capire in Amarico subito!
Questa appare è creata per permettere di leggere parole che vi possono servire seguendo semplici regole di fonetica italiana. Inoltre alcuni trucchetti renderanno ancora più semplice la lettura, così la c di “carta” viene indicata con k, la g di gelato con j. Non stupitevi se la parola italiana “GUANTI” sarà indicata come” GUANTI” in amarico. Si dice proprio così! D’altra parte, la parola italiana “BIMBI” in amarico significa zanzara, mentre ad esempio “ADOZIONE” si traduce in “GUDFECIA ” Tutto questo e molto altro in più di 2000 termini e frasi per ogni occasione.

ENTI AUTORIZZATI

  1. A.I.A.U. ASSOCIAZIONE IN AIUTI UMANITARI O.N.L.U.S.
    www.aiau.it
  2. AMICI MISSIONI INDIANE (AMI) – ONLUS
    www.amiweb.it
  3. Associazione ENZO B Impresa Sociale Onlus
    www.enzob.it
  4. C.I.A.I. – CENTRO ITALIANO AIUTI ALL’INFANZIA ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA’ SOCIALE
    www.ciai.it
  5. CENTRO AIUTI PER L’ETIOPIA
    www.centroaiutietiopia.it
  6. CIFA ONLUS – CENTRO INTERNAZIONALE PER L’INFANZIA E LA FAMIGLIA
    www.cifaong.it
  7. IN CAMMINO PER LA FAMIGLIA – I.C.P.L.F.
    www.incamminoxlafamiglia.it
  8. NUOVI ORIZZONTI PER VIVERE L’ADOZIONE (N.O.V.A.)
    www.associazionenova.org

 

Buon Natale dall’Etiopia!